Mario Lanzione

Lunedì, 25 Gennaio 2016

 

 

MARIO LANZIONE

"ALFA E OMEGA - LUTUM NOCTE MALI EVENTUS"
performance, installazione, pittura, musica e poesia

 

"ALFA E OMEGA - LUTUM  NOCTE  MALI  EVENTUS" sono i temi che Mario Lanzione svilupperà nella performance e installazione che presenterà, con la partecipazione dell'artista Vincenzo D'Argenio, il contributo musicale di Anna Lonardo e quello tecnico di Raffaele Esposito e Giulio Calandro, nella serata d'inaugurazione della sua mostra personale.

 

La mostra copre il periodo dal 27 gennaio  al 2  febbraio 2016.


MARIO LANZIONE E L'ASTRATTISMO TOTALE di Maurizio Vitiello
dal periodico per il sud del terzo millennio "Il Brigante" del 2 settembre 2013

2009   Energheia (eqilibrio tdistrutto)   tecnica mista su tavola 70x100          2015   ascensione   acrilici e carte su tavola 110x160

 

La mostra fa parte della rassegna d'arte contemporanea di artisti sanniti:
"PASSAGGIO D'INVERNO. Sette opere x sette artisti x sette giorni x sette settimane"

'O vase, in dialetto napoletano ha due versioni: il bacio e il vaso. Sempre nella tradizione partenopea, sognare 'o vase (il vaso) può indicare la felicità in famiglia. Essendo un oggetto fragile rappresenta la donna o, per meglio dire, il grembo materno. 'O vase (il vaso), nella "smorfia napoletana" è collegato con il numero sette.
Il numero Sette" è il numero perfetto, l'espressione più vicina alla mediazione tra l'umano e il divino o alla capacità di fondere la magia con la realtà. Di "realizzare", insomma, il magico nel quotidiano.
Il Sette è considerato come un numero in stretta relazione con il misticismo ed è il riferimento verso ogni forma di scoperta e di conoscenza.
Il numero Sette s'intende anche come simbolo dell'esplorazione dell'esistenza umana, allo scopo di giungere alla scoperta del suo significato più profondo. E' considerato il numero della filosofia e dell'analisi, ma anche della solitudine e della completezza. La sua importanza, in effetti, è determinata dall'elevato numero di volte che ricorre in materie sia spirituali che religiose: Sette sono i peccati capitali, sette i mari, sette le note musicali, sette gli angeli dell'Apocalisse, sette le Pleiadi, sette le costellazioni. Sette è il numero dei giorni della settimana ma anche quello della "creazione".


E' un caso che l'Arte/Studio - Gallery abbia voluto identificare un "progetto" artistico con questo numero? E' un interrogativo che si può sciogliere solo seguendo con attenzione l'evento in programma: "PASSAGGIO D'INVERNO. Sette opere x sette artisti x sette giorni x sette settimane".


Passaggio d'inverno, in effetti, è  la programmazione di sette "mini personali" che si terranno all'Arte/Studio - Gallery di Via Sant'Agostino in Benevento, da dicembre 2015 a febbraio 2016, di sette artisti Sanniti: Giulio Calandro (dal 03 al 09 febbraio), Giuseppe Cotroneo (dal 10 al 16 febbraio), Nicola Iacobucci (dal 17 al 24 febbraio), Mario Lanzione (dal 27 gennaio al 02 febbraio), Mario Mascia (dal 13 al 19 gennaio), Italo Mustone (dal 20 al 26 gennaio) e Angelo Pescatore (dal 16 al 22 dicembre). Questi sette artisti hanno in comune l'appartenenza al territorio e il carattere generazionale. Il linguaggio artistico, invece, è eterogeneo e spazia dal Simbolismo all'Astrattismo, da una figurazione esistenzialista a quella con caratteristiche concettuali.