Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  13 / 22 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 13 / 22 Next Page
Page Background

12

Mario Lanzione

ASTRATTISMO TOTALE: tra dimensione spazio/tempo e

valori

umanistici

agosto del 2013

testo scritto per la mostra al Comune di Cantalupo nel Sannio (Isernia)

Pina De Cicco, Mario Lanzione e Maurizio Vitiello

Mostra “Controventi Mediterranei 2”

Cantalupo nel Sannio (Isernia) – agostp 2013

Opere di Lanzione

N

el testo critico: “Astrattismo totale – la geometria

e la materia - l’istinto e la ragione tra segno luce e

spazio”, pubblicato nel catalogo edito dall’”Arte/studio –

G5 IN/out” per la Collana d’Arte “Apeiron” di Benevento,

si afferma che l’Astrattismo Totale nasce già nel 1975

con le “Carte Veline” di Mario Lanzione: - periodo in cui

l’artista portava avanti una sua personale ricerca che

coniugava l’Astrattismo geometrico con l’Informale -.

A testimonianza di quanto asserito si coglie l’occasione

per ricordare che, tra il 1977 e il 1980, su iniziativa dello

stesso Lanzione, si organizzano una serie di collettive a

cui aderiscono giovani artisti, alcuni operanti nel campo

della pittura informale ed altri in quello geometrico.

Durante quegli anni vengono pubblicati i cataloghi e i

manifesti:

“Dal

post-figurativo,

all’astratto,

al

concettuale”, “Una matrice astratta”, “L’Irrazionalità ed

oltre”, “Conseguenze dell’Astratto”, “Irrazionalità –

Conseguenze dell’Astratto…. ed oltre”. Con la collettiva

del 1996 “Generazioni a confronto”, con Barisani, De

Tora, Di Ruggiero, Lanzione e Spinosa, curata da Nicola

Scontrino per la galleria d’arte “Il Ponte” di Nocera

Inferiore, diventa più evidente l’abbinamento tra artisti

dell’area geometrica con quella informale, idea che si

consolida con il successivo gruppo “Generazioni”

formato da: Barisani, De Tora, Di Ruggiero, Lanzione,

Manfredi e Spinosa. Oggi, l’Astrattismo Totale (titolo

della mostra personale che Lanzione, nel 2008, ha

tenuto alla galleria d’arte “Rosso Fenice” di Benevento,

con testo critico di Rosario Pinto: “Astrattismo Totale –

un percorso artistico tra materia e geometria”) è un

progetto che sta avendo un ulteriore sviluppo attraverso

l’approfondimento condotto da Mario Lanzione insieme a

Giuseppe Cotroneo e Antonio Salzano.

Impegnati

in

un

processo

di

confluenza

nell’interpretazione delle poetiche dell’Arte astratta

Cotroneo, Lanzione e Salzano, nel 2013, hanno

promosso la loro iniziativa con le mostre realizzate

presso la galleria d’Arte Contemporanea “Recò” di Città