Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  12 / 22 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 12 / 22 Next Page
Page Background

11

Annalisa Ucci

LE FORME DEFINITE DELL’ASTRATTO

aprile 2013

testo pubblicato su b/magazine

mostra all’Arte/studio - gallery di Benevento

Inaugurato un nuovo vernissage all'Arte Studio Gallery di

Benevento. Protagonista l'Astrattismo Totale delle opere

di Mario Lansione, Antonio Salzano e Giuseppe Cotroneo

Ritorna sulla scena artistica cittadina vicolo Sant'Agostino,

gremito di persone in continuo andirivieni, ospiti al vernissage

d'arte "Astrattismo Totale la geometria e la materia - l'istinto e

la ragione tra segno luce e spazio", esposizione che resterà

aperta al pubblico fino 9 Maggio 2013. Questa volta ad

esporre le proprie opere è lo stesso curatore della galleria,

Mario Lansione unitamente ad altri due pittori ed amici,

Antonio Salzano e Giuseppe Cotroneo. Raffinatezza,

eleganza e professionalità descrivono nell'immediato le opere

degli artisti al loro debutto. La passione che li ha spinti, sin da

giovani, ad intraprendere questa strada, il perseverare

nell'esercizio, perfezionandosi costantemente, oggi hanno

permesso ai tre di fondere la tematica e la tecnica dando vita

a delle creazioni artistiche singolari nonché notevoli. Mettere

insieme ciò che è astratto, facendolo sposare perfettamente

con forme ben definite, ha permesso che due "concetti" in sé

paralleli e destinati quindi a non incontrarsi, potessero

incastrarsi cosi bene, al punto tale di poter dare voce al

risultato finale espresso nelle singole opere."Contemplare il

bello" nella sua accezione più profonda, considerandone

anche le profonde sfumature in esso contenute, è l'anima di

ogni quadro esposto sulle parete della galleria. Non solo

sperimentazioni di varie tecniche su tela, come quelle di

Lanzione, o acrilici su tela di Salzano, perizia e minuzia anche

in una particolare tecnica, grafica su carta, di Cotroneo.

Riflettere ed immaginare diventano espressioni dell'artista

proteso verso una forma evolutiva di arte che, con occhio

attento carpisce le sfumature sociali, le fa sue. Ne comprende

i processi evolutivi dettati dalle singole coscienze degli

individui e li "astrae" artisticamente, andando cosi oltre la

realtà oggettiva.

Tre singole visioni artistiche, tre letture e tre tecniche

differenti, ma che alla base hanno il necessario e quanto mai

possibile raggiungimento di un equilibrio connaturato

nell'essenza della complementarità. La geometria e la materia

- l'istinto e la ragione tra segno luce e spazio, il sottotitolo della

mostra, esplicativo nel suo concetto, racchiude tutti gli

elementi presenti sul pianeta, "gli elementi che compongono il

Creato in tutta la sua complessità e perfezione, garantendone

la sopravvivenza" e che " si coniugano nell'Astrattismo Totale"

( Mario Lanzione).